Bandi scandalosi: Milano Arena Music

Secondo quanto riportato da alcuni giornali, una delle società partecipanti al bando per l’assegnazione dell’Arena Civica per i concerti estivi presenterà domani il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale contro il risultato della gara voluta dal Comune di Milano.

Secondo la denuncia della FourOne infatti “Uno dei concorrenti, quello che poi risulterà vincitore … non ha presentato né referenze bancarie né sponsor [fatto acclarato dalla stessa Commissione]. Cioè, non si capisce come avrebbe potuto sostenere la proposta economica. La commissione di gara ha proceduto, riservandosi di chiedere generici chiarimenti in merito, che tra l’altro non si sa se siano mai arrivati. Ma anche se fossero arrivati dopo la chiusura della gara, una cosa sarebbe procurarsi le risorse prima di risultare aggiudicatari, una cosa sarebbe farlo dopo“.

Non entriamo ulteriormente nel merito dell’articolo di Rockol.it, molto lungo e complesso, che riporta solo una versione dell’accaduto, ma siamo sicuri che lo stuolo di avvocati e giuristi che lavorano per Pisapia troveranno materiale sufficiente per mettersi le mani nei capelli.

Sembra quindi fallito del tutto il tentativo di “accomodamento” cercato dall’assessore Boeri e ora, un altra volta, saranno i giudici a fare chiarezza su una vicenda che fin dal suo inizio appariva scandalosa.